RIAPRE  LA BIGLIETTERIA  CON  LA NUOVA STAGIONE TEATRALE  2014/15

informiamo  il pubblico appassionato e curioso che  ci segue nelle diverse rassegne che insieme formano un  GRANDE CARTELLONE che per  tutti gli  abbonati alla scorsa stagione teatrale È POSSIBILE  RICONFERMARE L’ ABBONAMENTO

il programma sarà online su questo sito da giovedì 18 settembre alle 14

da sabato  20 settembre  a sabato  4 ottobre 2014 sabato 20 e  27  settembre biglietteria aperta dalle  9 alle 20 negli altri giorni (escluse le domeniche) la biglietteria sarà aperta  con orario 9 – 13  /  15,30  -18,30

CAMBIO TURNO O POSTO
gli abbonati che desiderano cambiare turno di abbonamento o il posto possono presentarsi nei giorni  mercoledì 8 ottobre e giovedì  9 ottobre
scegliendo fra i posti rimasti liberi e non riconfermati  orario biglietteria   9 – 13  e   15,30 – 18,30

da SABATO 11 OTTOBRE NUOVI   ABBONAMENTI STAGIONE TEATRALE  2014/15

Mi trovo per la prima volta a presentare l’apertura della stagione del Teatro Diego Fabbri. Questa è stata per me l’occasione di conoscere in anteprima l’esito della programmazione, realizzata anche quest’anno dalla direzione artistica, combinando almeno sette generi diversi in un’unica proposta. Ed è proprio il lavoro di questa direzione artistica, composta da quattro professionisti, ognuno espressione di una competenza frutto di anni di esperienza, che rappresenta un grande risultato per il nostro teatro e in generale per le politiche culturali della città. La proposta dell’amministrazione che ci ha preceduto, infatti, di pensare la direzione artistica come un progetto a quattro mani è espressione della consapevolezza che il nostro teatro e la nostra città necessitano di idee nuove per il futuro e che queste idee possono essere frutto solo della mediazione di punti di vista diversi sulla realtà, e di una politica sistematica che promuova la partecipazione. Quando con partecipazione si intende il coinvolgimento di professionisti e intellettuali, come in questo caso. La programmazione del Teatro Diego Fabbri è dunque frutto di una azione collettiva, che si è concretizzata anche attraverso l’azione preziosa del Centro Diego Fabbri, che quest’anno ha rinnovato la sua missione di promozione della cultura teatrale con il progetto di avvicinamento degli studenti delle scuole superiori al teatro, e con il progetto di audio guide per gli utenti diversamente abili. Alla luce di questi risultati è utile pensare a una riflessione sul futuro del teatro cittadino e sul suo ruolo per l’aggiornamento e il rafforzamento delle politiche di promozione della crescita sociale e culturale della comunità. E che l’orizzonte non sia più solamente la nostra città, ma la Romagna.
Elisa Giovannetti Assessore alla Cultura, Politiche Giovanili, Turismo, Pari Opportunità e Conciliazione